Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘bambini e genitori’

Cara dada,

ho un bimbo di quasi 3 anni che frequenta il nido. È sempre stato un bimbo tranquillo, anche l’inserimento è stato piuttosto sereno; nell’ultimo periodo però sembra esserci un sorta di “regressione” ad un comportamento che aveva quando era molto più piccolo: vuole sempre stare in braccio, qualche volta ricerca il seno, capita che si metta il dito in bocca. Da cosa potrebbe dipendere?

 

Il contatto fisico è molto importante per il bambino per lo sviluppo delle funzioni cognitive e il benessere psichico (ne parliamo in maniera più approfondita nell’articolo “presa in braccio: e se poi lo vizio?” https://nunubabyparking.wordpress.com/2017/03/21/presa-in-braccio-e-se-poi-lo-vizio/). Capita però, come ci racconta questa mamma, che ci siano dei momenti in cui la ricerca di contatto sia eccessiva e avvenga in maniera inusuale rispetto il solito: il bambino sembra aver acquisito le sue piccole autonomie e piccole indipendenze, ed ecco che all’improvviso adotta comportamenti che sembrava aver abbandonato, come la suzione del dito, il voler toccare il seno, il desiderio di voler stare sempre in braccio.

 DA CHE COSA POTREBBE DIPENDERE?

I fattori che possono influire su questo cambiamento potrebbero essere vari, ecco quindi che bisogna armarsi di una maggiore sensibilità per poter osservare quando avvengono questi comportamenti, riflettendo anche su eventuali modificazioni di vita, più o meno importanti. Capita spesso infatti che alcuni eventi non vengano considerati da noi adulti perché pensati come “banali”, quotidiani, ma che invece assumano grande importanza per i più piccoli. Cerchiamo di notare dunque anche piccoli cambiamenti: deve stare più a lungo del solito a scuola o con la baby-sitter? Ci sono appena state delle vacanze (non necessariamente quelle estive, particolarmente lunghe, ma anche quelle di Natale o di Pasqua) in cui è stato più a lungo con mamma e papà e ora si torna alla routine? Mamma o papà gli dedicano meno tempo (perché magari riprendono il lavoro)?

Il bimbo sta vivendo un momento di disagio difficile da gestire per lui, legato probabilmente all’area del distacco, considerate le modalità di ricerca attiva di contatto. Il bambino dunque, di fronte a queste difficoltà, sembra voler recuperare modalità di relazione che aveva quando era più piccolo, come appunto il contatto fisico, la ricerca del seno o la suzione delle dita. Questa modalità viene adottata in quanto in questo momento di difficoltà il bambino fatica a fare l’operazione corpo-mente, esterno-interno, ovvero quell’operazione che gli permette di pensare e richiamare alla mente le proprie figure di riferimento, di “portarsele dentro” senza necessariamente averle sempre presenti fisicamente per rassicurarsi. Non riuscendo a compiere questo passaggio ricerca dunque attivamente il contatto fisico per avere rassicurazione.

contatto

COME AIUTARLO?

  • Cerchiamo di capire a quale situazione è legato il suo disagio (ad esempio il passaggio dal nido alla scuola dell’infanzia; lo stare eccessivamente con figure altre, come baby-sitter). Capendo la causa del disagio possiamo intervenire modificandola o, se non fosse possibile, spiegando al bambino cosa sta succedendo.
  • Accogliamo la sua ricerca di rassicurazioni, non respingiamolo. Una buona soluzione è quella di ricercare delle modalità di contatto più funzionali, magari in maniera graduale, come per esempio il tenersi per mano anziché prenderlo sempre in braccio, o il fare un gioco insieme, per arrivare a fare qualche attività in cui la mamma è una presenza non attiva (“mentre la mamma cucina tu puoi fare un disegno”).
  • Riconosciamo e rispecchiamo i sentimenti del bambino, per farlo sentire compreso e accolto nel suo disagio: “capisco che tu ti senta triste e voglia stare vicino alla mamma, ma non si può stare sempre in braccio” e proponiamo un’alternativa come detto sopra.
  • Facciamogli capire che lo comprendiamo senza sgridarlo, aiutandolo dunque a superare questa fase senza regredire. Questo non significa negargli le attenzioni che richiede, ma dargliele in maniera più idonea alla sua età (come descritto nei punti precedenti). Soprattutto nei periodi di “crisi” più intensi, gratifichiamolo quando compie qualcosa in autonomia: “hai fatto questo gioco da solo: come sei stato bravo! Sono orgogliosa di te!”.

Come spesso accade, queste fasi di turbolenza sono transitorie, dunque con un po’ di pazienza e queste piccole accortezze potranno essere superate nella maniera più dolce possibile!

Valentina Pajola, psicologa e dada

Annunci

Read Full Post »

Carissimi amici di Nunù,

ecco a voi il ricchissimo programma di attività del mese di MARZO…aspettiamo insieme la primavera con giochi educativi, laboratori creativi ed ecologici, letture animate, storie da paesi lontani, mostre ed eventi culturali per grandi e piccini.

Vi ricordiamo inoltre che ogni SABATO MATTINA, dalle 10:00 alle 12:00 da Nunù vi aspetta l’imperdibile appuntamento con l’inglese per bimbi: “Happy Together on Saturday”, per cantare, giocare, leggere, ascoltare e divertirsi rigorosamente “in English”…

Aspettando primavera... Marzo da Nunù

Per maggiori informazioni e per prenotazioni: Tel. 051-0391846, Francesca 340-7332178, Virginia 349-4942161. Oppure scriveteci a info@nunubabyparking.com

Read Full Post »

Cari amici di Nunù,

di che colore è la vostra famiglia? O di quanti colori? Iniziamo i preparativi del Natale con un laboratorio dedicato a genitori e bimbi, per scoprire famiglie di tutti i colori, e realizzare insieme una cornice speciale per il nostro ritratto di famiglia.

SABATO 1 DICEMBRE, dalle 16:30 alle 18:30

“RITRATTO DI FAMIGLIA”: laboratorio natalizio bambini, genitori o nonni ispirato al libro “Famiglie a colori” di Bacchilega Junior.

Portate il vostro ritratto di famiglia preferito, in fotografia o disegno, e costruiremo insieme una cornice natalizia da appendere all’albero di Natale o alla porta di casa.

PRENOTAZIONE CONSIGLIATA!

Per maggiori informazioni e per prenotazioni: Tel. 051-0391846, Francesca 340-7332178, Virginia 349-4942161. Oppure scriveteci a info@nunubabyparking.com

Read Full Post »

Cari amici,
Nunù è davvero felice di presentarvi due appuntamenti dedicati ai piccoli
cittadini del mondo:


VENERDì 16 NOVEMBRE, dalle 17:00 alle 19:00
AT THE ZOO: UNCONVENTIONAL ANIMALS STORIES

Lettura bilingue inglese/italiano del bellissimo “Stop Snoring, Bernard!” di Zachariah OHora e laboratorio creativo per giocare ad imparare i nomi degli animali in inglese, costruendo una divertentissima “lunch bag puppet” ispirata a Bernard e ai suoi amici. Bernard è una deliziosa lontra marina e ama arricciarsi su se stessa quando schiaccia un pisolino. C’è solo un piccolo problema. Bernard russa…FORTISSIMO! Così forte da tenere sveglie tutte le altre lontre. Dove potrà dormire il povero Bernard senza disturbare nessun altro animaletto dello zoo? Scopriamolo insieme attraverso una storia tenera e spiritosa sull’amicizia e sul valore della diversità.

PRENOTAZIONE CONSIGLIATA!

SABATO 17 NOVEMBRE, dalle 16:00 in avanti presso la Sede del Quartiere Savena in via Faenza 4
PER FARE UN ALBERO…

Tanti giochi, un piccolo assaggio di yoga e un laboratorio ispirato agli alberi di Bruno Munari per celebrare la giornata dei Diritti dei bambini all’interno della manifestazione: “Crescere Diritti”. Perchè è dai piccoli semi che nascono anche gli alberi più maestosi.

INGRESSO LIBERO!

L’assaggio di yoga per genitori e bimbi si terrà alle 16e15, per chi fosse interessato è consigliabile la prenotazione.

Per maggiori informazioni e per prenotazioni: Tel. 051-0391846, Francesca 340-7332178, Virginia 349-4942161. Oppure scriveteci a info@nunubabyparking.com

Read Full Post »

Laboratori: consapevoli dell’importanza dell’arte come strumento per imparare divertendosi, stimolando la creatività del bambino e le sue potenzialità, vogliamo offrire ai bambini la possibilità di fare esperienza delle diverse forme d’arte attraverso laboratori creativi ed espressivi pensati appositamente per loro, studiati e differenziati a seconda delle diverse fasce d’età. Nunù propone periodicamente laboratori artistici, attività di manipolazione, laboratori teatrali, fotografici, cinematografici e musicali.

Lingue straniere: Nunù, fin dal suo nome, un suono che nasce da nounou e che vuol dire tata in francese, stabilisce un’apertura e una curiosità verso le lingue straniere. Non è mai troppo presto per iniziare a conoscere il mondo attraverso nuovi suoni e altri modi di chiamare gli oggetti intorno a noi, ecco perché il nostro spazio propone la scoperta della lingua inglese, francese e spagnola fin dall’età prescolare, attraverso letture animate, canzoni e giochi che forniscano ai nostri bimbi gli strumenti necessari per crescere in una realtà multilinguistica e multiculturale.

Attività per adulti: le attenzioni di Nunù non sono riservate solo ai bambini, ma anche alle mamme, ai papà e ai nonni, ovvero alle figure di riferimento più importanti nella crescita e nello sviluppo del bambino. Per questo motivo abbiamo pensato di offrire attività creative e conoscitive pensate appositamente per gli adulti: incontri con educatrici, workshop pratici per apprendere tecniche di gioco, attività ludiche e creative per mamme, papà e nonni che vogliano imparare a fare e creare con i loro bimbi e ancora letture animate, laboratori e giochi che coinvolgono insieme i bambini e i loro accompagnatori…

Promozione di incontri ed eventi culturali: periodicamente Nunù si trasformerà in un vero e proprio centro culturale per l’infanzia, ospitando eventi di vario genere: presentazioni di libri per l’infanzia, incontri con esperti del settore, incontri con autori, artisti e illustratori, piccoli spettacoli, clownerie…

Yoga per bambini: attraverso il gioco, lo Yoga permette al bambino di esplorare il proprio corpo nel movimento e nella relazione con i suoi compagni, acquisendo fiducia in sé stesso e maggior rispetto per gli altri. Le sequenze dei diversi movimenti permettono di rinforzare la colonna vertebrale e orientarla verso una corretta postura, sviluppando insieme qualità preziose come l’attenzione, la memoria e la capacità di concentrazione.

Feste private di compleanno o a tema: la domenica, Nunù è inoltre disponibile, su richiesta, ad ospitare feste di compleanno e a tema. L’idea nasce dalla volontà di andare incontro alle esigenze dei genitori, sempre alla ricerca del luogo giusto dove organizzare una piccola festa, e contemporaneamente offrire ai bimbi uno spazio idoneo a festeggiare in compagnia e in piena sicurezza, che mette loro a disposizione tanti libri, materiali e giochi, insieme alla possibilità di animazione offerta dalle operatrici dello spazio.

Read Full Post »